Immagine non trovata
RICHIESTA ISCRIZIONE ANAGRAFICA
DESCRIZIONE IN BREVE DEL PROCEDIMENTO: le persone che vengono ad abitare (fissare la propria residenza) nel Comune di Azzate per effettuare la pratica di immigrazione da altro Comune italiano o dall’estero possono o venire all’Ufficio Amministrativo o trasmettere la pratica il cui modulo è disponibile sul sito del Comune via posta, via fax, via PEC all’Ufficio Amministrativo: comunediazzate@postemailcertificata.it
NORMATIVA DI RIFERIMENTO: Legge n. 1228/1954; Regolamento anagrafico D.P.R. n. 223/1989 e circolari ministeriali in particolare Circolare Ministero Interno n.9/2012; D.Lgs. n. 30/2007; Legge n. 241/1990; D.P.R. n. 445/2000; Legge n. 35/2012 cd. “Residenza in tempo reale”.
UFFICIO COMPETENTE: Ufficio Amministrativo.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ballerio Lorenza.
AVVIO DEL PROCEDIMENTO: è’ un procedimento ad istanza di parte.
DOCUMENTI NECESSARI: documento di identità, codice fiscale, estremi della patente e numero di targa dei veicoli intestati.
TERMINI CONCLUSIONE: la pratica verrà espletata in un tempo massimo di 45 giorni, inclusi i tempi necessari per l’accertamento della dimora abituale da parte del personale incaricato e i tempi necessari per la cancellazione anagrafica presso l’altro Comune. In caso di esito negativo dell’accertamento, il cittadino sarà informato a mezzo di lettera raccomandata A/R, del mancato accoglimento della sua richiesta ed entro 10 giorni potrà portare ulteriori elementi per provare quanto dichiarato. Se la richiesta sarà ugualmente respinta, potrà fare ricorso al Prefetto di Varese entro 30 giorni dal ricevimento della relativa comunicazione di rigetto trasmessa con raccomandata A/R.
MODULISTICA DISPONIBILE: apposita modulistica reperibile sul sito del Comune di Azzate nella sezione “Servizi Comunali” e presso l’Ufficio Amministrativo (Anagrafe).
ITER DEL PROCEDIMENTO (DESCRIZIONE DETTAGLIATA): la richiesta di iscrizione anagrafica va effettuata presso l’Ufficio Amministrativo o inoltrata tramite posta, fax , mail, via PEC all’’Ufficio Anagrafe.
Occorre presentare o nel caso di inoltro del modulo allegare, la seguente documentazione:
- documento di riconoscimento in corso di validità;
- copia del codice fiscale;
- fotocopie di patente di guida e libretto di circolazione di veicoli e ciclomotori intestati.
Quando si trasferisce un intero nucleo familiare o più persone di una stessa famiglia, devono presentarsi e sottoscrivere la richiesta tutti gli interessati maggiorenni. La definizione della pratica si ha in seguito all’esito positivo degli accertamenti, eseguiti dal personale incaricato nei termini previsti dalla normativa vigente in materia, e alla cancellazione anagrafica da parte del Comune di provenienza. In tal caso la residenza avrà decorrenza dalla data di presentazione dell’istanza di iscrizione anagrafica presso lo sportello dell’Anagrafe. I cittadini stranieri per richiedere l’iscrizione anagrafica devono dimostrare di essere in regola con le disposizioni legislative in materia di regolarità di soggiorno. L’Ufficio provvede direttamente a segnalare il cambio di residenza alla Motorizzazione Civile che provvederà ad inviare al nuovo indirizzo di residenza solo l’apposito tagliando adesivo per l’aggiornamento della carta di circolazione dei veicoli. Si segnala che a seguito della modifica dell’art. 116, comma 13 del Codice della Strada, è stata eliminata l’indicazione della residenza sulla patente, e pertanto la Motorizzazione Civile non invierà più tagliandi adesivi per l’aggiornamento della stessa. Si precisa che a seguito di iscrizione anagrafica è indispensabile regolarizzare la propria posizione relativamente alle tasse e tariffe comunali al tempo vigenti (es. rifiuti, servizi indivisibili, proprietà immobiliari, ecc…).

Ultimo aggiornamento

Martedi 11 Agosto 2020