Domanda di accertamento compatibilità paesaggistica

Data di pubblicazione:
18 Giugno 2019
Immagine non trovata
DOMANDA DI ACCERTAMENTO COMPATIBILITÀ PAESAGGISTICA
DESCRIZIONE IN BREVE DEL PROCEDIMENTO: concerne alcuni interventi abusivamente eseguiti su beni vincolati. E’ finalizzato al mantenimento dell’opera eseguita previo versamento di sanzioni pecuniarie. E’, comunque preliminare al rilascio del successivo accertamento di Conformità Edilizia (c.d. Sanatoria Edilizia). In caso di diniego l’opera deve essere demolita.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO: D.Lgs. n. 139/2009 – art. 146 D.Lgs. n. 42/2004 – art. 80 L.R. n. 12/2005 – art. 7 L. n. 241/1990 – Dgr n. 6/3019 del 25/07/1997.
UFFICIO COMPETENTE: Ufficio Edilizia Privata.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Balderi Gionata.
AVVIO DEL PROCEDIMENTO: procedimento ad istanza di parte.
DOCUMENTI NECESSARI: la documentazione da presentare a corredo dell’istanza è quella stabilita dalla normativa di riferimento ed è riportata espressamente nel modulo di presentazione, reperibile on-line; i costi da sostenere sono relativi all’apposizione della marca da bollo ed ai diritti di segreteria.
TERMINI CONCLUSIONE PROCEDIMENTO: 180 giorni – come stabilito dalla legge, fatti salvi i tempi per le osservazioni ex art. 10 bis L. n. 241/1990.
MODULISTICA DISPONIBILE: consulta Area cittadini
ITER DEL PROCEDIMENTO (DESCRIZIONE DETTAGLIATA)
descrizione singole fasi del procedimento:
1) presentazione istanza in via telematica tramite apposito portale istituito sul sito del Comune di Azzate alla casella di posta certificata;
2) in caso di trasmissione istanza non correttamente trasmessa, l’ufficio procede con una comunicazione di “pratica non idonea a produrre effetti”;
3) protocollazione e caricamento pratica edilizia
4) comunicazione di avvio del procedimento con indicazione del nominativo del responsabile del procedimento;
5) acquisizione parere della Commissione Paesaggistica;
6) richiesta di parere vincolante della Soprintendenza Beni Ambientali con trasmissione istruttoria e parere Commissione Paesaggistica;
7) il parere Soprintendenza è autonomamente impugnabile;
8) è compiuta istruttoria tecnico-paesaggistica per la verifica documentale e la successiva acquisizione dei pareri;
9) richieste integrative ed esame di quanto prodotto in ottemperanza;
10) eventuale preavviso di diniego ed esame delle osservazioni;
11)emanazione provvedimento finale.

Ultimo aggiornamento

Venerdi 23 Luglio 2021