Permesso di costruire (domanda di accertamento di conformità edilizia)

Data di pubblicazione:
18 Giugno 2019
Permesso di costruire (domanda di accertamento di conformità edilizia)
PERMESSO DI COSTRUIRE (DOMANDA DI ACCERTAMENTO DI CONFORMITÀ’ EDILIZIA)
DESCRIZIONE IN BREVE DEL PROCEDIMENTO: è’ finalizzato al mantenimento di un’opera abusivamente eseguita, previo il versamento di sanzioni pecuniarie (c.d. sanatoria edilizia). In caso di diniego l’opera deve essere demolita.
NORMATIVA DI RIFERIMENTO: art. 36 e 37 DPR n. 380/2001- L.R. n.12/2005 – art. 7 L. n. 241/1990
UFFICIO COMPETENTE: Ufficio Edilizia Privata.
RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Balderi Gionata.
AVVIO DEL PROCEDIMENTO: procedimento ad istanza di parte.
DOCUMENTI NECESSARI: la documentazione da presentare a corredo dell’istanza è quella stabilita dalla normativa di riferimento ed è riportata espressamente nel modulo di presentazione, reperibile on-line; i costi da sostenere sono relativi all’apposizione della marca da bollo ed ai diritti di segreteria.
TERMINI CONCLUSIONE PROCEDIMENTO: 60 giorni – come stabilito dalla legge, fatti salvi i tempi per le osservazioni ex art. 10 bis L. n. 241/1990 e quelli di acquisizione della valutazione nei casi di cui all’art. 37 DPR n. 380/2001 (120 gg determinazione Agenzia).
MODULISTICA DISPONIBILE: A1 Permesso di Costruire
ITER DEL PROCEDIMENTO (DESCRIZIONE DETTAGLIATA)
descrizione singole fasi del procedimento:
1) presentazione istanza in via telematica tramite apposito portale istituito sul sito del Comune di Azzate alla casella di posta certificata;
2) in caso di trasmissione istanza non corretta, comunicazione di “pratica non idonea a produrre effetti”
3) protocollazione e caricamento pratica edilizia
4) comunicazione di avvio del procedimento con indicazione del nominativo del responsabile del procedimento;
5) acquisizione parere della Commissione Paesaggistica ove ricorra il caso;
6) acquisizione di pareri di ufficio LLPP e Polizia Locale, ove ricorra il caso;
7) acquisizione di parere Anas, VVFF, FS, ASL, Arpa ecc., ove ricorra il caso;
8) acquisizione di parere Provincia di Varese;
9) possibile conferenza dei servizi;
10) è compiuta istruttoria tecnico-giuridica per la verifica di conformità urbanistico-edilizia dell’intervento;
11) richieste integrative ed esame di quanto prodotto in ottemperanza;
12) eventuale preavviso di diniego ed esame delle osservazioni;
13) emanazione provvedimento finale.

Ultimo aggiornamento

Venerdi 23 Luglio 2021